Elena e Francesco: un matrimonio (e un vestito) WOW anni '20
Via Carducci, 14 - Parma

Dal lunedì al sabato
09:00 - 12:30 / 15:30 - 19:00
Chiuso giovedi pomeriggio
e la domenica

Elena e Francesco: un matrimonio (e un vestito) WOW che omaggia gli anni Venti

Posted in Le nostre spose

Elena e Francesco si sono conosciuti tramite amici in comune perché frequentavano lo stesso locale a Parma. All’epoca erano entrambi fidanzati quindi in un primo momento è nata solo una semplice conoscenza. Dopo un paio di anni si sono incontrati nuovamente ed è sbocciato subito l’amore!

Dopo 7 anni dalla fatidica scintilla, Elena rimane incinta e nel giorno del suo compleanno riceve la proposta di matrimonio da Francesco. Al compimento dei 10 mesi della loro piccolina, Elena scopre di essere nuovamente incinta. Poi finalmente le nozze il 20 luglio 2019.

Per il suo matrimonio Elena ha scelto lo stile classico degli anni Venti: abito, allestimenti e decorazioni sono stati declinati in colori tenui e arricchiti con frange e piume. La cerimonia si è svolta nella Chiesa di San Bartolomeo a Busseto in provincia di Parma allestita per l’occasione con orchidee bianche e pampas, piante originarie del Sud America che riproducono la forma delle piume.

Per il ricevimento invece gli sposi hanno scelto La Secca, un’antica cascina agricola di fine ‘800 immersa nella campagna piacentina che unisce il fascino rurale a un’anima romantica e suggestiva. Un ampio giardino e la piscina hanno fatto da cornice alla splendida barchessa che, illuminata da un suggestivo cielo stellato, ha accolto i tavoli degli ospiti decorati con pampas, candelabri enormi e tantissime candele, in pieno mood anni Venti.

L’abito di Elena

Il vestito di Elena è stato realizzato a partire da un modello spezzato che è stato rivisitato più volte e trasformato infine in un abito intero con gonna completamente ricoperta di frange, top impreziosito con decorazioni color argento, profondo scollo posteriore a “V” e spalline con frange realizzate con perline. Elena ha completato il suo look con uno chignon basso, un cerchietto con strass e perline realizzato da Paola e, al posto del classico bouquet, un corsage al polso destro con pampas e un’orchidea bianca.

Paola ha assecondato ogni mio desiderio durante il lungo percorso sartoriale intrapreso per realizzare il mio abito, il vestito finito l’ho visto il venerdì prima del mio matrimonio perché anche nell’ultima settimana ho richiesto altre modifiche. È riuscita anche a realizzare un mini abito uguale al mio per mia figlia!

Il mio desiderio più grande era indossare un vestito particolare quindi all’inizio mi sono orientata su Milano dove ho visitato molte boutique, ho visto abiti molto belli ma non mi sono sentita capita, ho avuto la sensazione che l’interesse principale fosse la vendita. Io sono una persona un po’ insicura quindi ho bisogno di essere seguita nelle mie scelte. Dopo l’esperienza di Milano ho deciso di orientarmi su Parma e cercando su internet ho trovato Stefania Spose.

Paola è entrata subito in sintonia con me, ha capito quello che volevo e, anche se le ho fatto tantissime richieste (anche strane!) è sempre stata molto sincera, si è confrontata con me e mi ha resa partecipe della creazione del mio abito.

Cos’è che mi ha fatto scegliere definitivamente Stefania Spose? Mia sorella mi ha sempre accompagnata nelle varie boutique in cui sono stata e le dicevo sempre: “Io voglio un vestito WOW!”. Lei perplessa mi chiedeva: ”Ma che vuol dire vestito WOW?”. Quando siamo andate da Paola e le ho spiegato l’abito che avevo in mente lei mi ha detto: ”Beh, ma questa è proprio una cosa WOW!”. A quel punto ho guardato mia sorella e ho esclamato: ”È lei!”. Quindi più che il vestito io ho scelto Paola perché mi ha proprio colpito lei, credo che in nessun’altra boutique avrebbero potuto fare ciò che ha fatto lei.