Mariachiara e Luca: l'amore vince davvero su tutto
Via Carducci, 14 - Parma

Dal lunedì al sabato
09:00 - 12:30 / 15:30 - 19:00
Chiuso giovedi pomeriggio
e la domenica

Mariachiara e Luca: l’amore vince (davvero!) su tutto

Posted in Le nostre spose

Mariachiara e Luca sono entrambi di Busseto e si conoscono da sempre perché fin da piccoli hanno frequentato insieme l’Oratorio della Parrocchia del paese. Questa conoscenza si trasforma all’improvviso in amore durante il diciottesimo compleanno di Luca, proprio quel giorno scatta la scintilla e Mariachiara si rende conto di provare dei sentimenti diversi per lui. Ed è proprio lei poi a dichiararsi, a dare a Luca il primo bacio e a fargli, anni dopo, la proposta di matrimonio.

Per chiedere la mano del suo fidanzato Mariachiara decide di organizzare una gita fuori porta in montagna, il luogo preferito di Luca, e dopo una splendida giornata sulla neve ed un suggestivo concerto sul ghiaccio, gli chiede di sposarla e lui, molto emozionato e sorpreso, le risponde di sì!

La coppia fissa la data del matrimonio al 29 febbraio 2020 ma due settimane prima delle nozze il papà e la mamma di Mariachiara si ammalano: qualche giorno dopo il papà viene ricoverato e si scoprirà essere il primo caso di Coronavirus a Busseto. Le nozze vengono annullate, tutta la famiglia si mette in quarantena e fortunatamente a fine marzo il papà di Mariachiara torna a casa dopo essersi rimesso completamente.

Mariachiara e Luca fissano di nuovo le nozze per il 31 ottobre, ma purtroppo in quel periodo le misure di sicurezza imposte dal Governo per contenere il contagio da Covid-19 vietavano di organizzare i ricevimenti per le cerimonie. Così, i due ragazzi decidono di celebrare solo il rito religioso e di rimandare al 2021 il ricevimento di nozze, una seconda occasione per Mariachiara di indossare il suo abito da sposa.

La cerimonia si è svolta nella Pieve di San Giovanni a Contignaco, una suggestiva chiesetta medievale, costruita originariamente in epoca pre-romana, decorata con affreschi del XIV e XV secolo.

Per le decorazioni floreali della chiesa e il dress code degli invitati gli sposi hanno scelto due colori, uno che rappresentasse Mariachiara (il giallo) e uno che rappresentasse Luca (il bordeaux).

Dopo la cerimonia gli sposi si sono dedicati al servizio fotografico fuori della Pieve e al Parco di Salsomaggiore Terme e poi hanno pranzato a casa con le loro famiglie dove ad attenderli c’era anche una bellissima torta.

L’abito di Mariachiara

Mariachiara aveva selezionato on line degli abiti in stile impero che le piacevano molto, però durante il primo appuntamento da Stefania Spose si è resa conto che quella tipologia di modello non valorizzava la sua silhouette. Paola allora le ha fatto indossare altri abiti e dopo qualche prova ha trovato quello perfetto per lei: uno splendido A-line con corpetto in pizzo e maniche a tre quarti con effetto tattoo impreziosito poi da una cintura in raso giallo per mettere in risalto il punto vita con il colore preferito della sposa.

A completamento del suo wedding look, Mariachiara ha scelto un’acconciatura semi-raccolta morbida illuminata da punti luce, un paio di scarpe gialle modello chanel e un coprispalle con maniche a tre quarti impreziosito da piume sul colletto. Il bouquet realizzato con gerbere e roselline, sui toni del giallo e del bordeaux ha completato l’opera.

L’ESPERIENZA CON PAOLA

“Paola mi ha messa subito a mio agio ed è riuscita immediatamente a capire la tipologia di abito in grado di esprimere la mia personalità. Prima di scegliere la sua boutique la conoscevo già perché avevo accompagnato da lei due mie amiche che si sono sposate qualche anno fa e poi l’ho ritrovata attraverso il fotografo Francesco Manganelli che ha curato il servizio fotografico del mio matrimonio. Guardando il blog del mio fotografo infatti ho visto le foto di alcune spose che indossavano splendidi abiti acquistati da Stefania Spose e quindi ho deciso di prenotare anche io un appuntamento.

Il caso ha voluto che mi sposassi in un periodo davvero particolare e Paola mi è stata molto vicina nei mesi travagliati che abbiamo affrontato fino al matrimonio. Poi ha custodito il mio abito da febbraio fino al momento delle mie nozze ad ottobre chiamandomi regolarmente per informarsi sulle condizioni di salute di mio padre, è stata sempre molto carina e disponibile.

Consiglierei Paola a tutte le ragazze che stanno cercando il loro abito da sposa perché nella sua boutique c’è un’atmosfera di famiglia: lei e le sue collaboratrici hanno accolto me, mia mamma e mia zia, che mi accompagnavano per la prova, come se fossimo amiche da sempre, fin dalla prima volta che ci siamo conosciute.”